Antiestetico, fastidioso, ma soprattutto doloroso: l’alluce valgo, la cipolla, è una patologia –una metatarsalgia– che colpisce il primo dito del piede. Le parole chiave sono però prevenzione e tempestività per allontanare l’opzione chirurgica, che nel tempo può diventare l’unica soluzione.
Si tratta infatti di una cattiva postura per la quale l’alluce tende a deviare in varo, spingendo così la falange a bilanciare la spinta deviando in valgo. Più semplicemente, l’alluce toglie spazio alle altre dita, che tendono a sovrapporsi, ad assumere posizioni non naturali e col tempo dolorose.

Correzione e protezione: nel tempo funziona

Correttori, divaricatori e protezioni per alluce valgo sono il primo baluardo per fronteggiare il dolore e l’aggravarsi del problema. L’operazione può essere evitata, non sempre è necessaria, non sempre è possibile per tutti i pazienti per svariati motivi.
Aiutarsi con strumenti semplici, ma altamente performanti è possibile e doveroso. E bisogna agire ai primi sintomi e sospetti.

L’alluce valgo è causato dalla cattiva postura che le dita assumono perché schiacciate: per lo più da scarpe con punta molto stretta o inadatta al piede che le calza. Non a caso la maggior parte dei casi riguarda le donne.
Il meccanismo correttivo segue il principio di tutte le correzioni: un uso costante riporta il dito nella sua sede. Ma non bisogna perdere tempo e osservare i principali sintomi:
dolore a livello di metatarsi
callosità plantare
inizio di sovrapposizione delle dita

 

Correzione notturna e diurna: come funziona
Costanza è la parola d’ordine per ottenere risultati. A meno che infatti si decida di intervenire ad uno stadio molto avanzato, l’utilizzo di un correttore e un divaricatore per alluce valgo dà effettivamente risultati.
Un tutore preme sull’osso in senso opposto rispetto alla scarpa. Il correttore notturno per alluce, in particolare, permette al piede di restare nella giusta posizione per molte ore: riduce la torsione, allevia il dolore e a poco a poco riporta il dito nella sede originale. Il correttore diurno  svolge la stessa funzione durante l’attività quotidiana ed è realizzato con materiali ugualmente efficaci, ma più leggeri e sottili.

Entrambi però –come i prodotti della Linea OK PED–devono essere adattabili e regolabili.